Rifugio Boffalora

Da Pigra, 880 metri di altitudine (da Argegno si arriva in funicolare), si segue la strada per il rifugio Boffalora. La strada sale (ampi panorami sul lago di Como) sino all’Alpe di Colonno.

Da lì, passando lungo il versante nord della Cima della Duaria, si giunge all’alpe Boffalora dove sorge l’omonimo rifugio. Oltre il rifugio, si prosegue per cento metri fino ad un bivio dove si prende la strada (in parte sterrata) per Ponna. Da Ponna (870 mslm) si scende a Laino e poi a Claino con Osteno (270 mslm) da dove si costeggiano le sponde del lago di Lugano. Per evitare la statale da Porlezza a Menaggio, all’altezza del Crotto Galbiga, si gira a destra passando davanti all’oratorio di San Maurizio (XI secolo).

In fondo alla stradina si prende a sinistra sino a prima di un ponte dove si gira a destra seguendo il torrente Cuccio. Al successivo incrocio si gira a sinistra e, superato, il ponte, a destra imboccando la pista ciclabile che porta alla Casa della Riserva del Lago di Piano (276 mslm). Si segue la sponda del lago attraversando un ponticello in legno e si passano due campeggi.

Venti metri dopo l’ entrata del campeggio Ranocchio si prende la stradina a destra che diventa subito uno sterrato che passa dietro al campeggio. Si passa un guado in mezzo ai campi, si segue un letto asciutto di un fiume e si riprende uno sterrato per Bene Lario (377 mslm). Giunti sull’asfalto si prende a sinistra ed all’incrocio si imbocca via Binadone fino alla statale (località Girandola ed Uniti).
Quattro chilometri separano da Menaggio ed altri quindici chilometri dividono Menaggio da Argegno.
Itinerario di difficoltà medio alta

iti13lario